Note di un arrivederci - EP (2021)

La donna di Ur

Ho varcato la soglia del tempo, ho viaggiato per giungere a te

mille anni inseguito dal vento, mille anni per vedere te

Ho varcato la soglia del tempo, ho viaggiato per giungere a te

tra villaggi miraggi e una stella, direzione sollievo per me

E la donna... E la donna di Ur accese il fuoco nel centro della terra

e la donna di Ur sciolse i folti capelli e si lavò

e alla luna si fece più bella

Ho cavalcato le onde del mare con la sabbia del Sahara negli occh

la tua ombra lieve nel cuore, mille anni per vedere te

Ho placato la voglia del corpo, ho nutrito la fiamma per te

come i mesi che inducono al parto, non c'è gioia più grande per me

E la donna... E la donna di Ur accese il fuoco nel centro della terra

e la donna di Ur sciolse i folti capelli e si specchiò

e alla luna si fece più bella

E la donna di Ur accese il fuoco nel centro della terra

e la donna di Ur sciolse i folti capelli e si specchiò

e alla luna si fece più bella

Alla luna si fece più bella

Vedi

Vedi, vedi quanta fatica c'è in questo vivere, in questo attendere

l'evento che non si compie e guardare oltre dove lo sguardo non giunge

Vedi, vedi quanta fatica c'è in questo stare dentro un assedio di frasi e di parole

arrendersi ai pensieri che fanno come gli pare

Vedi com'è difficile il passo dal suolo, lasciare tutto questo poco

e andarsene per luoghi e per pensieri camminando o volando

Vedi, vedi quanta fatica c'è in questo stare dentro un assedio di frasi

e nelle migliori ipotesi un sorriso bagnato di acqua e sale

Vedi com'è difficile il passo dal suolo, lasciare tutto questo poco

e andarsene per luoghi e per pensieri camminando o volando

Vedi com'è difficile sfidare le mareggiate

e attendere l'alba mentre la notte muore in una fiamma

quanta fatica c'è, vedi

Vedi... vedi quanta fatica c'è

arrivederci my sadness...

e nelle migliori ipotesi un sorriso bagnato di acqua e sale

La nostra isola

La nostra isola è sparita all'improvviso dentro un tramonto di lune

persa nei flutti verdastri delle maree

Stavi in un angolo riflessa nell'ovale di uno specchio francese e ti guardavo

seguendo il ritmo lento di un ventilatore

Vanno e vengono le onde sulle spiagge di Tangeri

vanno e vengono e disegnano sulle pareti di sale grafie surreali

Al cafè Hafa scorreva pigro il tempo mentre ascoltavamo la voce

suadente di un vecchio mercante: "S'il vous plait madame, s'il vous plait monsieur"

Vanno e vengono le onde sulle spiagge di Tangeri

vanno e vengono come le dita fra i capelli di rame

La nostra isola, la nostra isola

"S'il vous plait madame, s'il vous plait monsieur"

anno e vengono le onde sulle spiagge di Tangeri

vanno e vengono e disegnano sulle pareti di sale

Vanno e vengono le onde sulle spiagge di Tangeri

vanno e vengono come le dita fra i capelli di rame

La nostra isola se n'è andata all'improvviso

seguendo un ritmo lento di un ventilatore

persa nei flutti verdastri delle maree

La nostra isola... La nostra isola...

Ti scrivo

Ti scrivo da questo villaggio ai confini del cielo

guardando l'infinito nascere e morire dei soli

ti scrivo stupito che i miei occhi possano vedere tanto

Mio capitano le senti le note di un arrivederci

Ti scrivo ora che ritorni di nuovo da uno dei tuoi tanti nidi segreti

ti scrivo sotto questo cielo

che tocco con la mano che afferro e mi sfugge

e corre lontano come un immenso cielo di silenzio

Oh! Se tu vedessi i bambini giocare nel fango e sono puliti

Oh! Se tu vedessi le donne sinuose come il serpente

scendere i sentieri impervi della montagna

Pensando che ciò che ha diviso siano soltanto gli spazi

I luoghi o i silenzi dove tu ti rifugiavi

Oh! Se tu vedessi i bambini giocare nel fango e sono puliti

Oh! Se tu vedessi le donne sinuose come il serpente

scendere i sentieri impervi della montagna

Mio capitano le senti le note di un arrivederci

Oh! Se tu vedessi i bambini...

Oh! Se tu vedessi le donne...

Mio capitano le senti le note di un arrivederci

Un angolo di Eden

Guardo il tuo corpo piegato a luna

e ti accarezzo ancora

Bella donna senza nome

bacio ancora la tua bocca

arrivederci...

Bella donna che mi dai amore

ma mi neghi i tuoi pensieri

eliche stanche ronzano sulle nostre teste

arrivederci, arrivederci

L'alba si affaccia fra le lenzuola bianche

sulle ferite della notte e tu...

Tu seduta con la tua spada sola disperata

cerchi un angolo di pelle

cerchi un angolo di Eden